Meta annuncia l’API Cloud di WhatsApp per fornire supporto per l’hosting alle PMI

Dopo aver mostrato in anteprima l’opzione nel 2020, oggi, alla sua prima conferenza di messaggistica “Conversazioni”, Meta ha annunciato che sta lanciando il WhatsApp Cloud APIche fornirà servizi di cloud hosting gratuiti e sicuri per le aziende.

A quanto pare, l’API Cloud di WhatsApp ospiterà essenzialmente i dati della tua conversazione sui server di Meta, il che migliorerà la connessione e la velocità, ma arriverà con un certo compromesso sulla privacy.

I principali vantaggi saranno una maggiore velocità nella risposta alla messaggistica, mentre aiuterà anche ad eliminare le spese del server, che potrebbero essere un grande vantaggio in particolare per le piccole imprese. Faciliterà inoltre un accesso più rapido alle nuove funzionalità aziendali di WhatsApp non appena saranno disponibili.

Lo svantaggio è che significherà più affidamento su Meta, mentre dovrai anche diluire le misure di sicurezza della messaggistica di WhatsApp:

Come Meta descritto nel suo annuncio originale:

Se un’azienda sceglie di utilizzare un fornitore di terze parti per gestire l’API WhatsApp Business per suo conto, non consideriamo che sia crittografato end-to-end poiché l’azienda a cui stai inviando messaggi ha scelto di fornire l’accesso a un fornitore di terze parti a quei messaggi. Questo sarà anche il caso se quel fornitore di terze parti è Facebook”.

In quanto tale, WhatsApp includerà nuove notifiche sugli scambi consumer-to-business condotti tramite Meta hosting.

Messaggi di WhatsApp

Il modo in cui ti senti riguardo a tali compromessi dipenderà dal tuo punto di vista personale, ma l’offerta potrebbe essere molto preziosa per le piccole imprese che cercano di costruire il loro stack tecnologico, senza dover firmare a un fornitore di hosting di terze parti o acquistare il loro proprio hardware.

Ma ancora una volta, ciò significa anche aumentare la tua dipendenza da Meta, che ha notoriamente cambiato le regole sulle imprese in passato, lasciando molti in asso.

Il vero vantaggio, tuttavia, sarà probabilmente nelle regioni in via di sviluppo, dove WhatsApp è la piattaforma di messaggistica dominante e molte piccole imprese sono alla ricerca di modi per massimizzare la loro portata e le transazioni in-app. Se Meta può aiutarli a costruire la loro attività, questo potrebbe essere un grande passo per rendere WhatsApp un’utilità più critica, per molti più utenti, fornendo anche, alla fine, un percorso di entrate dirette per la piattaforma di messaggistica.

Anche se sembra un po’ una trappola per il miele. Meta ha già segnalato che alla fine introdurrà addebiti per questi elementi aggiuntivi, senza specificare in modo specifico quali saranno tali costi. Una volta che le aziende faranno affidamento su questo, sarà troppo tardi per ritirarsi e Meta potrebbe irretirle tramite aumenti incrementali, che alla fine potrebbero diventare un grande guadagno per l’azienda.

Su un altro fronte, ha annunciato anche Meta Notifiche ricorrenti su Messenger, che consentiranno alle aziende di coinvolgere nuovamente le persone all’interno di un thread di messaggistica. La funzione è attualmente disponibile solo per gli utenti premium, il che non costa di più per farne parte in questo momento, ma lo sarà in futuro poiché Meta cercherà di incorporare nuovi addebiti per i suoi strumenti di messaggistica e hosting.

Puoi controllare i replay delle presentazioni della conferenza Conversazioni qui.


Leave a Comment