TikTok lancia il nuovo processo di monetizzazione del creatore “Missione di marca” e processo di promozione degli UGC

TikTok sta cercando di rendere più facile per i creatori guadagnare dai loro clip tramite un nuovo programma che chiama “Missione di marca‘, che consentirà ai creatori di prendere parte a quelle che sono essenzialmente sfide di contenuti di marca, con il marchio in grado quindi di selezionare dalle clip inviate per le loro campagne promozionali.

Come spiegato da Tic toc:

“Per consentire ai brand di attingere più facilmente al potere creativo delle community di TikTok e di co-creare contenuti brandizzati autentici che risuonino con gli utenti, stiamo lanciando Branded Mission. Branded Mission è una prima soluzione pubblicitaria del settore che consente agli inserzionisti di raccogliere contenuti autentici dai creatori su TikTok, trasformare i video con le migliori prestazioni in annunci e migliorare l’affinità del marchio con le impressioni dei media”.

Come descritto nel video sopra, il processo consentirà ai marchi di pubblicare sfide, a cui i creatori con oltre 1k follower potranno quindi partecipare.

“I creatori di TikTok possono decidere a quali missioni con marchio si ispirano e scegliere di partecipare alla missione. I marchi selezioneranno i loro video creativi originali preferiti e li amplificheranno attraverso il traffico pubblicitario promosso”.

I creatori scelti ricevono quindi un pagamento in contanti, anche se gli importi del pagamento, almeno in questa fase, non variano in base alle prestazioni del singolo video.

Invece, ogni missione elencherà i potenziali guadagni, in base a quanto il marchio è disposto a pagare.

Assegna più denaro e susciterai l’interesse di più utenti, espandendo il potenziale di attingere a un successo virale.

L’opzione amplierà le opzioni creative per i marchi e, con i contenuti in stile organico che funzionano meglio sulla piattaforma, potrebbe aprire nuove importanti possibilità per gli esperti di marketing che cercano modi per attingere all’app.

Fornirà anche a TikTok un altro elemento critico di compartecipazione alle entrate. Chiaramente l’app del momento, se TikTok vuole massimizzare le sue opportunità, deve assicurarsi che i suoi migliori creatori vengano pagati, perché con offerte di monetizzazione più redditizie disponibili su altre piattaforme, è logico che le star di grandi nomi seguano i contanti e concentrati invece su quelle piattaforme.

Ma monetizzare i video in formato breve è più difficile dei contenuti più lunghi, motivo per cui TikTok sta lanciando anche clip di 10 minuti e enfatizza il live streaming come mezzo per aumentare le opportunità di guadagno.

Branded Mission è un altro passo in questa direzione, che idealmente fornirà un collegamento più diretto tra la creazione di contenuti nel tuo stile e fare soldi, senza dover incorporare le vendite di merchandising o organizzare le tue offerte di affiliazione.

È interessante notare che Meta sta provando qualcosa di simile su Instagram, dove i tag dei prodotti sono stati recentemente estesi a tutti gli utenti.

Tag dei prodotti Instagram

I creatori non vengono pagati per l’aggiunta di questi tag, almeno non ancora, ma puoi vedere come Meta potrebbe eventualmente adottare un approccio simile per fornire ai creatori maggiori opportunità di guadagno.

Per TikTok, il processo potrebbe rendere molto più semplice guadagnare denaro per i tuoi caricamenti, espandendosi ben oltre Fondo Creatoredi cui i migliori creatori sono già stati molto critici.

Ovviamente dovrai creare video specifici a tema, al contrario di YouTube, dove carichi ciò che ti piace e attivi gli annunci. Ma è una relazione abbastanza distanziata dai marchi degli sponsor, che riduce il carico di lavoro della gestione, fornendo anche nuovi suggerimenti per i contenuti.

È una buona idea e poiché sempre più marchi cercano di attingere all’app, soprattutto perché raggiunge 1,5 miliardi di utenti, puoi scommettere che sarà un’opzione popolare per una serie di partner pubblicitari.

TikTok afferma che Branded Mission è ora in fase di beta test ed è disponibile per i marchi in più di una dozzina di mercati. L’opzione sarà resa disponibile in più regioni durante l’anno.


Leave a Comment